MULINUM

MULINUM

Sponsor Silver

MULINUM nasce grazie all’intraprendenza di un giovane calabrese Stefano Caccavari, che attraverso una straordinaria operazione di crowdfunding su Facebook (che dal 2017 a oggi ha raccolto soci per 1.436.000 euro) ha realizzato un progetto di filiera, controllata in ogni passaggio, che rilancia la coltura bio di grani antichi locali, la produzione di farine realmente integrali e macinate esclusivamente a pietra, in luoghi accoglienti costruiti in bioedilizia, situati in mezzo alla natura e raggiungibili facilmente dalle città, dove le farine vengono macinate a vista, dove si panifica e si vende il pane realizzato con ricette tradizionali e lievito madre, dove si possono gustare straordinarie pizze agricole, firmate da una chef stellata, Caterina Ceraudo, e dove si tengono corsi di formazione e percorsi didattici sui grani antichi.

Il primo Mulinum è stato creato nel 2017 a San Floro, in Calabria e nel 2020 il format verrà replicato in Val d’Orcia (Toscana- Siena) a Mesagne (Puglia – Salento) e a Siracusa (Sicilia), per giungere fino a tutte le regioni italiane, con il proposito di rilanciare la coltivazione di ogni grano antico locale.  Lo sviluppo di Mulinum, oltre alla sempre maggiore diffusione del suo format in tutte le regioni italiane, si attua anche con la commercializzazione delle farine, verso quei panificatori che riconoscono ai grani antichi un vantaggio di qualità, maggior salute e di business, poiché è il tipo di pane che oggi, rispetto all’industriale, registra un dato di vendite positivo e promettente.

Considerato l’enorme patrimonio agricolo italiano incolto, pur restando nel severo protocollo del grano e delle farine Mulinum (grani antichi ovvero antecedenti al 1970, molitura a pietra La Fertè) Stefano Caccavari auspica di coinvolgere sempre più panificatori di nuova generazione o di lunga visione che vedono nelle farine integrali ottenute da grani antichi e nell’uso di pasta madre, una nuova sfida che qualifichi e dia sempre più significato, anche commerciale al loro lavoro. E’ infatti esclusivamente presso questo tipo di panificatori che il consumo di pane è in aumento, in controtendenza con il consumo di pane industriale o semi industriale. Non meno importante il sostegno che Mulinum può dare ai panificatori suoi clienti sul piano della comunicazione social, Mulinum è infatti costantemente sotto l’occhio dei riflettori sia delle televisioni che dei giornali cartacei che, soprattutto, dei social network, con visualizzazioni che lo scorso mese hanno toccato il milione.